HOME

Il Counseling filosofico oggi rappresenta la moderna evoluzione della Filosofia nella sua applicazione pratica, diretta non solo alla rielaborazione di teorie o concetti astratti ma finalizzata a un aiuto concreto verso persone che stanno vivendo situazione di disagio, di difficoltà, di conflitto. Non si sovrappone quindi ad altre discipline quali la Psicologia e la Psicoanalisi, ma può affiancarsi ad esse, avendo peculiarità per affrontare argomenti esistenziali.

Un aiuto concreto:

  • nel prendersi cura della propria esistenza e migliorare la qualità della vita.
  • per chiarire la visione delle dinamiche esistenziali.
  • per comprendere le difficoltà che impediscono il vivere autentico.
  • per esplorare il senso ed il significato che si vuole e che si può dare all’esistenza.
  • per orientare le persone  confuse dalle loro opinioni.
  • per aiutare i sofisti che desiderano diventare sapienti.
  • per chi sta vivendo una crisi di valori (l’amore, la famiglia, la coppia…).
  • per chi vive conflitti etici e morali.
  • per chi deve decidere ma rimanda da troppo tempo…
  • per conoscere se stessi.

PER LE AZIENDE

Ai manager con responsabilità di leadership.
Alle persone impegnate in ruoli che implicano una particolare competenza di carattere etico-relazionale.

PER LE SCUOLE E GLI ENTI DI FORMAZIONE

Ai docenti e agli educatori che vivono situazioni di crisi nella relazione con i colleghi e con gli allievi.
Agli operatori della formazione che intendono integrare la loro formazione con strumenti di carattere filosofico.

PER LE STRUTTURE SANITARIE

Ai medici, agli infermieri, ai fisioterapisti, OSA, OSS.
Agli operatori delle professioni di aiuto che vogliono integrare le loro competenze con abilità del Counseling filosofico.

MODALITÀ

Colloquio individuale: ha lo scopo di fornire, attraverso il dialogo e lo scambio culturale, strumenti intellettuali per meglio conoscere la propria visione del mondo e i propri valori.

Dialogo socratico di Nelson: pratica filosofica di gruppo che consiste nella ricerca comune di risposte a interrogativi o di possibili soluzioni a problemi della vita reale.

Comunità di ricerca: un’occasione di vivere in prima persona l’emozione di pensare insieme e di instaurare nel medesimo tempo buone dinamiche relazionali.

Supervisione socratica: non attinge a un sapere tecnico, non è una procedura, assume un significato filosofico e differisce da altri tipi di supervisioni così come il counseling filosofico differisce dal counselling e dalla consulenza in genere. La supervisione socratica è un contesto per apprendere a dialogare democraticamente. In questo contesto la relazione tra i partecipanti non tiene conto della gerarchizzazione a volte eccessiva, s’impara ad apprendere dall’esperienza dell’altro, attraverso un approccio narrativo. La supervisione socratica promuove, tra i partecipanti a un gruppo, l’ascolto empatico sulle visioni del mondo di altri e altre, dando così loro la possibilità di apprendere nuovi atteggiamenti e favorendo la crescita di capacità di argomentazione, tale da consentire di interrogare le credenze, le certezze e di distinguere i propri pregiudizi.

Dilemma training: nasce come modalità per gestire dilemmi che nascono dal conflitto tra morale privata, etica o abitudine professionale.

Atelier filosofico: per pensare la propria esperienza e ritrovare la capacità di porsi domande.

Café Philo: Un’occasione unica per interrogarsi insieme sulle questioni della vita quotidiana in un mondo che cambia. La modalità del Café Philo è il Dialogo, non la disputa e neanche la chiacchiera, se pur ci si trova in un caffè. Nel Dialogo mettiamo in comune le nostre idee, i nostri dubbi, le nostre domande, sottoponendole alla critica benevola delle altre persone le quali, come noi, hanno desiderio di comprendere.

Meditazione filosofica per osservare il mondo in un modo nuovo, più saggio e più sereno.

La partecipazione alle attività di Counseling filosofico non richiede una formazione filosofica.